Home / News / Alberobello, Alessandro Intini inseguito dal commissario Montalbano
Alessandro Intini in una scena dell'episodio "La caccia al tesoro" (Foto di Fabrizio Di Giulio)
Alessandro Intini in una scena dell'episodio "La caccia al tesoro" (Foto di Fabrizio Di Giulio)

Alberobello, Alessandro Intini inseguito dal commissario Montalbano

IERI SERA, EPISODIO DEL COMMISSARIO PIU’ NOTO D’ITALIA SU RAI UNO, IL GIOVANE ATTORE ALBEROBELLESE IN UN RUOLO DA “CATTIVO” CON LA FACCIA DEL BRAVO RAGAZZO

di Stefano Leone

(nelle foto dal web Luca Zingaretti e Alessandro Intini)

12-04-2015-montalbanoAlessandro-Intini

Ieri sera, 15 novembre 2017, su Rai Uno, episodio del commissario Salvo Montalbano, la serie che raccoglie le indagini del popolare personaggio nato dalla penna di Andrea Camilleri. All’episodio, dal titolo “La caccia al tesoro”, il ruolo dell’insospettabile colpevole è stato interpretato da Alessandro Intini, giovane attore alberobellese con la vocazione, fin da ragazzo, di fare ciò che ora fa con passione e professionalità. Alessandro, ha iniziato la sua carriera di attore formandosi all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma, con il laboratorio teatro-danza tenuto da Abbondanza-Bertoni e con un seminario sull’espressione e sperimentazione vocale curato da Giancarlo Giannini. Intini ha posato anche per il fotografo Mario Testino per un servizio apparso sull’edizione francese di Vogue, nel maggio 2006. Alessandro, viso pulito del ragazzo per bene, ha avuto il compito di interpretare un ruolo da “insospettabile” malfattore inseguito dal commissario Montalbano e, con il quale si è misurato, nella storia dell’episodio, in furbizia, astuzia e intelletto. Una straordinaria interpretazione per l’attore di Alberobello, interpretazione empatica del personaggio che, proprio partendo dall’aria dell’insospettabile, lo ha portato ad essere il responsabile inseguito dal commissario più idolatrato nel TV movie della televisione italiana. Abbiamo chiacchierato con Alessandro questa mattina durante una pausa sul set, in Basilicata, dove sta girando le scene del film “Wine to love” prodotto da Rai Cinema e Altre Storie; nel cast Ornella Muti, Domenico Fortunato, Michele Venitucci. Abbiamo chiesto ad Alessandro, come mai lui, con la sua faccia pulita e l’aspetto così trasparente, in un ruolo così perfido e malvagio; l’attore di Alberobello, con grande semplicità e autoironia, scoppia a ridere e ci risponde: “Forse proprio per questa aria da insospettabile mi hanno ritenuto adatto per fare la parte del cattivo”. Si ride insieme sulla cosa. La pausa è terminata e Alessandro deve riprendere a girare. Dunque sorridiamo ma attenzione perché, “la cattiveria dei buoni è pericolosissima”, lo diceva un certo Giulio Andreotti.